Cinese

Nel quartiere cinese vicino casa si vende all’ingrosso. camicie, magliette con motivi in cotone stampato, ma neanche stampato: fritto. Con una particolare tecnica a olio. Buttano i tessuti nell’olio bollente e li tirano su con um ramaiolo cinese insieme a dei tuberi forati dentro, tagliati a fette, una lavorazione che li ricorda pezzi del meccano, pare che i tuberi servano a rendere la particolare texture a tondi tipo batik.
I vestiti in cotone fritto sono pratici, antimacchia, nel senso che con la tecnica a olio le macchie non si vedono. Il mio amico Mario li usa per andare al ristorante poiché a sua volta il Mario è uso a rovesciarsi il cibo addosso. La prima volta che si è presentato a una cena con una di queste camicie in cotone fritto, tutta colorata, gli dico, bella camicia, bel motivo cos’è? un batik?. Mi fa no, è cinese. Dico, perché?
Ho i miei motivi. E gli cade un casoncello alla estone sul ventre napoletano.

Pubblicato in 0000.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...