Sono stato un coiffeur di grido. Ho aperto tre negozi a Calvi nei primi anni Settanta. Nei secondi ho avuto problemi con la droga. Era tutta tagliata. Tagliata male. Così ho chiuso. Con tutto. Ora sono un monaco tibetano residente a Vigevano mio malgrado. Non c’è verso di spostare la residenza, proprio stamattina ho avuto […]

Sono un formatore. Ho cominciato fin da bambino, a Riccione, con la sabbia. E i bambini locali. Gli indigeni della riviera, della Romagna. Li formavo, io: a fine estate sapevano perfettamente come comportarsi davanti al curry. Il crescione smetteva di essere il legame con la terra natia e dei loro avi, la crescenza non era […]

– E lei si sentiva umiliata solo perché quell’uomo la corteggiava? Ma andiamo. – Non mi corteggiava, mi sorteggiava.

– È più di un oggetto, oltre a essere oltre, è oltre un oggetto. È di più. “Nonneciò” che vedi, che senti, che tocchi. “Nonneciò” è di più. NONNECIÒ!

– Che fai? Sono ore che te ne stai lì seduto. Adesso Alzati. Oh, ma che hai? ti senti bene? Perché non ti alzi? – Ho preso un sediativo.

– Guarda che non basta mixare due dischi in croce per essere un DJ. Chi ti credi di essere? – DJ-sù