Bobby Caputo al meglio delle sue possibilità – 4. Fine

Nel furore della battaglia l’inconscio venne a galla, gli mostrò le piante, i progetti, gli schemi, la tesi costruite in un vita. In silenzio, sotto la coltre di serietà e senza soffocare.
Dopo quasi quarant’anni gli portò la bandiera, si badi: non gliela strappò, gliela donò. Gli mostrò l’esistenza del proprio lato ridicolo ma “attenzione, Bobby” gli disse, “non devi temere la derisione di te stesso e ancor meno devi temere quella corale da parte degli altri.”
L’autoderisione, come capì Bobby al meglio delle sue possibilità, era molto più violenta e forte dell’autoironia, ma Bobby capì anche come farne carburante, ricco alimento con cui avrebbe nutrito per sempre il suo lato ridicolo, assimilandone la forza, diventando invincibile, inattaccabile, empatico e insieme provocante nei confronti di tutto il resto e di tutti i restanti.
– Sono passato al Lato Ridicolo della Forza. – Questo disse Bobby Caputo al meglio delle sue possibilità.
Da lì in poi per Bobby sarebbe stata una lunga, folgorante, divertente passeggiata tra le mille e mille e ancora mille possibilità di declinare il lato ridicolo di tutto, il cui esaurirsi, negli anni che seguirono, semplicemente si accompagnava al minor fiato e al fatale decadimento fisico di Bobby. Ma anche questo aveva il suo lato ridicolo. Come quando Bobby morì di ischemia nel parterre dello stadio Bagassi di Toronto all’ultima stoccata, all’ultimo suono amplificato distorto, che diede fine ai campionati mondiali di scherma transgender.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...