Bobby Caputo al meglio delle sue possibilità – 1.

A metà pomeriggio di un giorno di metà settimana, verso il quindici del mese, tra giugno e luglio, Bobby Caputo tirò un mezzo sospiro. Alla fine dell’esalazione si trovò nell’altra metà di tutto e fu il principio del suo compimento. Bobby sarebbe diventato una star, ma per quanta gloria, ricchezza e celebrità avesse ottenuto, fu in quell’attimo, tra quel mezzo sospiro e il grande respiro che gli fece seguito, fu quello il momento della vita di Bobby Caputo in cui Bobby si sentì – e di fatto lo fu – al meglio delle sue possibilità.
Quando la chiave entra nella serratura e capisci che gira, che “è” la chiave, non importa quante mandate vi siano, non importa quando la porta si aprirà: quello è il momento in cui capisci che “hai” la chiave, risoluzione di tutto ciò che era prima e insieme somma di tutte le possibilità che si apriranno dopo.
Bobby aveva passato un fine settimana a struggersi in un angolo di Manhattan. Era il suo angolo, tra la Quinta e la Cinquantaquattro. La cosa che lamentò dovendo decidere di trasferirsi lì, quattro mesi prima, era che l’appartamento gli sembrava troppo largo. L’agente immobiliare lo rassicurò, come del resto nella sua vita tutti fecero con lui, fu sempre rassicurato. A dimostrare questa condizione erano le sette agenzie di assicurazione a copertura totale da cui non riusciva a separarsi. Gli dicevano “sicuro”, “lei è al sicuro”, “stia sicuro”.
Anche l’agente immobiliare, dunque, gli disse qualcosa come, “le sta perfetto sui fianchi, glielo assicuro”.
Bobby non capì mai fino a quel pomeriggio, dopo quattro mesi tra la Quinta e la Cinquantaquattro, non capì se ne avesse davvero bisogno, di tutta quella protezione Non ebbe mai modo di trovarsi da solo nell’affrontare alcuna criticità. Arrivava sempre una pacca su una spalla, una voce, un discorso serio, rassicurante, dei soldi.
Ma non parlerei di fortuna.

[continua]

Annunci

1 commento

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...