Paul Niente Detective – Il romanzo [38]

La pasticceria Carrér era a un paio di isolati dal St Hills e a un paio dall’agenzia, la Paul Niente Detective. Strano a dirsi non ne avevamo mai sentito parlare. A dire il vero sia Qual che io non andavamo pazzi per i dolci, eravamo più orientati sull’amaro, tra tutti, naturalmente, l’Amaro Rancore.
Il negozio era grazioso, il rosa dominava su tutto, dall’insegna all’esterno alla tappezzeria e gli arredi dell’interno; la vetrina era occupata con gusto da torte ben fatte, e dolci in confezioni colorate di quel rosa che oramai conoscevamo molto bene. Di grazioso e di rosa dietro al banco c’era anche la commessa in divisa Carrér, che ci accolse con un dolce sorriso.
All’ultimo dlin della porta che si chiudeva dietro di noi Qual sussurrò spietato: – Centoquarantaduemila euro -, gli diedi un’occhiata e guardando fisso la giovane donnina in rosa continuò acido: “Il canone annuale d’affitto”.
La commessa ci disse invece – Buongiorno –, tradendo ora un’ombra di disagio. Quando ci mettevamo Qual e io sapevamo creare energie disagevoli, per non dire negative.
– Ok dolcezza, il tuo capo?
– In questo momento non c’è, posso aiutarvi io? – A disagio ma molto professionale, molto mestiere.
Qual diede un’accelerata alla faccenda:
– Sicuro che ci puoi aiutare, dolcezza non ci dispiacerebbe sapere un paio di cose.
– Riguardo al fruttosio? Al maltilolo? All’aspartame?
– Cosa?
– Al Glutine?
– Niente glutine.
– Allora allo strutto!
– Signorina, non…
– Qual, lascia parlare me.
– C’è qualcosa che non va? – la commessa era decisamente a disagio, – Qualcosa con le allergie? Intolleranze? Uno choc anafilattico? Avete trovato un gambero nella torta? Vi avverto!
– Signorina…
– Potrei contenere tracce d’arachidi!
– Signorina…
– E SOIA!
– Si calmi.
– Vado pazza per le arachidi…
– Vorremmo solo qualche informazione su delle consegne negli ultimi giorni, c’è un registro con gli indirizzi e i nomi dei clienti?
– Ma… chi siete? Voi non potete…
– Siamo agenti investigativi, detective privati.
– E potete?
– Quando ci sono di mezzo degli omicidi tutti possiamo, anche lei ora può farci dare un’occhiata a quel registro, non crede?
– Omicidi? … Mio dio… ma io non…
– O VOGLIAMO PARLARE DELL’ASPARTAME?
– Qual, per cortesia.
La signorina, gentile, professionale, molto a disagio, ora trattenuta a stento da una crisi di panico, ci passò il quaderno con gli indirizzi delle consegne. Sfogliammo, trovammo l’indirizzo della vecchia di Olgyate, di Ligea Martino e nell’ultima pagina notammo quello di Ivonne Esposito.
– Ivonne Esposito…
– Dove l’abbiamo già sentito?
– Mmh…
– Ma sicuro! Arlette Day e Ivonne Esposito, le amiche della signora Del Vecchio.
– Paul!
– Cosa?
– Guarda qua – sul banco, vicino alla cassa c’erano alcuni depliant di viaggi.
– Agenzia Rimes… Nuova Viaggi, la cui titolare è la vecchia di Olgyate! di nuovo lei…. Direi che qui le prove abbondano come lo zucchero in un diabetico. Signorina, la ringrazio, è stata molto collaborativa, e molto gentile. E ora, prima che la panna si smonti, o che la torta bruci, o che le uova si rompano, o che…
– Paul.
– Addio.
Uscimmo e ci dividemmo. Senz’altro c’era da andare a trovare la Esposito ma a Qual era cascato l’occhio su un nome nel registro: anche la madre di Miriam Moore, la campionessa di rally era a rischio di seccarsi come neanche tutto il burro cacao del mondo avrebbe potuto farci niente. Sicché: uno di qua, uno di là.

Annunci

3 commenti

Lascia un commento

    • oh, bene te lo scolpisco l’autografo dove vuoi. il racconto (lungo, non credo arrivi ad essere un romanzo) è finito, sto disegnando la copertina, uscirà per Delos Digital, se mi muovo a dargli i pezzi. Ho già iniziato il secondo numero, comprerai anche il secondo?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...