Paul Niente Detective – Il romanzo [14]

Mentre mandavo giù un bicchiere dietro l’altro ma con stile, assaporando le grazie di Rosa, godendo delle sue gentilezze, da seduto, comodo, quieto, percettivo, Qual saliva all’agenzia, saliva in ascensore, saliva in compagnia.
– Guarda guarda chi c’è, l’agente speciale Qualunque-sia la specialità.
– Buonasera signorina, credo che dopo l’incontro di oggi non abbiamo più niente da dirci.
– No?
– A parte forse… no, niente.
– Si sta strettini in ascensore. I posti angusti mi mettono arsura. Non vuole qualcosa di fresco da bere? Esce con me?
– Mi sta invitando a uscire con lei?
– Dall’ascensore.
– Per entrare in casa sua?
– Non mi fraintenda, ho tanto ghiaccio da raffreddare un branco di stupratori. Anche se lei mi pare freddino di suo. Le offro solo un drink.
– D’accordo, ma solo per…
– Per?
– Niente, niente, mi berrò un drink con lei.
– Mi fa felice. Siamo arrivati, prego, entri, si tolga la giacca, preparo subito da bere, le piace Miles Davis?
– Lei ascolta solo Miles Davis?
– In questo periodo sì. Esco da un mese di Fausto Papetti.
– Capisco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...