Caro universo

– “Caro universo mi stacco da te, credo che potrai fare a meno di me. Me ne vado a Volterra. Caro universo tronfio e così pieno di leggi da scoprire, sembri l’Italia. Ti credi grande ma sei piccolo piccolo. Sei una fregatura. L’eterno ciclo di nascita e morte, le ere, le galassie, le parallele, Nadia Comaneci, la guerra fredda, quella congelata, l’eterno microonde. Caro universo mi stacco da te, che ti frega, che mi frega, ho la pensione a Volterra, l’albergo Tufo. Sei una fregatura, tu e quegli altri in doppia fila accanto a te che scassano la minchia come Audi lungo il Corso. Addio. E piantala.”

Pubblicato in 0000.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...