Paul Niente Detective – Il romanzo [12]

Girammo un angolo e finalmente un grande salone, “il” grande salone. La salona d’attesa, con numeri e chiamate e decine di esemplari di specie umana corrotta dalla malattia e dall’attesa.
Il forte odore di disinfettante, chimica farmaceutica e di burocrazia dava un gran contributo a rendere l’atmosfera per niente rassicurante, lisergica, sì, ma organizzata da una pessima Compagnia di Viaggi.
Ed ecco il déjà vu. Il medico sospetto, questa volta senza camice, la giacca lisa in completo con i pantaloni e gli stessi capelli pettinati da un granatierie furibondo, non aveva più la borsa termica ma una scassa ventiquattrore rigida: entrò nella sala degli impiegati e si sedette alla sua postazione dietro lo sportello 15. Una signora sui settanta e più si avvicinò palpando i suoi fogli, impegnative, documenti stracci stretti al petto, salutò il (finto?) impiegato con un cenno della testa facendo attenzione che non le si staccasse e tremolante infilò le carte sotto il vetro che la separava dal nostro uomo ora molto, molto sospetto. Dopo qualche attimo sentimmo la voce straziata della donna che diceva cose come “Ma che roba! Ma non è possibile! Ma cosa vuole che viva ancora 35 anni! Io ho bisogno adesso! Io sto male adesso!” Poi silenzio, parlava l’uomo ma non si sentiva niente. La donna si fece muta, poco convinta ma a sufficienza per riprendersi le carte che si ficcò nella borsetta, e se ne andò, senza cenni di commiato, col capo fisso, scrutando un bigliettino, presumibilmente da visita. Al medico-impiegato-sdrucito-cotonato comparve un’espressione tra il compiaciuto e il trepidante. Molto, molto ma molto sospetto.
Andammo a sbrigare anche noi la nostra faccenda di carte, registrammo il Del Vecchio e uscimmo dal St. Hallis, con un languore. Decidemmo di farcelo passare all’Oliver ma Qual a metà strada optò per tornarsene in ufficio. Sicché mi toccò vedermela da solo con Rosa. Cara, splendida, giusta, Rosa, Rosa dell’Oliver.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...