Paul Niente Detective – Il romanzo [7]

– Dobbiamo andarcene di qui – dissi molto chiaramente. Ma non avemmo il tempo di levarci. Avevo già un microfono infilato in una narice, neanche fosse un tampone cauterizzante, e sessanta domande urlate contemporaneamente dalla stessa voce di giornalista; Jual era tenuto fermo da due uomini dello staff, costretto a una mano di fondotinta da parte della truccatrice, piccola e velocissima, odorava di anice.
– Detective! Detective Paul Niente. Lei è coinvolto nella truffa compiuta dal faccendiere Thomas W. Effe, bancarottista nonché talcotrafficante, nonché biscazziere se non tris, nonché abominevole uomo delle navi da crociera, affondatore della Terullius nel 2018-19, nonché, ultimo ma non ultimo, incriminato per il sensazionale omicidio di Evgenia Baock, prostituta protetta dallo stesso Effe, trovata nell’appartamento dove risiedeva in viale MacMahon, impiccata a una trave a vista con un cappio di fili di rame e una presa sciucco conficcata nello sterno. Thomas Effe, difeso nel processo dall’avvocato J.J. Palanco, il quale è sparito nel nulla facendo pensare a una complicità con l’Effe, oppure – e questa seconda ipotesi non getta una luce migliore sul legale al quale a vostra volta avete prestato collaborazione –, per nascondere la vergogna di aver commesso il grave errore di fidarsi del già corrotto cliente. Però?
Come diavolo si fosse già accorta che J.J. era sparito solo i giornalisti più scafati possono sapere. E lei era la più scafata in quel momento sulla piazza delle notizie. Lei era Miss Filona Waller, premio Chieti Hansimer 2019, 2021 e 2022. Nel 2020 era a trapiantarsi un polmone nella clinica Woldorf di Toronto, le avevano trovato il filtro del condizionatore della sua Audi 28 mezzo ingoiato e mezzo respirato in seguito all’urto provocato dall’incidente con una carovana di alpini in marcia verso il Carso da oltre cent’anni, soldati votati alla morte che non ebbero mai ricevuto un contrordine, un alt, un chivalà, un dietrofront. Trovarono la morte con la Waller: la sua Audi 28 in titanio arcobalenato nero satin, 6 ruote motrici, prese in pieno quattro muli, un cannone 65/17 Modello Mitral Borghi delle acciaierie Borghi e figli; quattordici alpini, 8 dei quali equipaggiati sci, quattro bossanova, e 2 volano. L’Audi, non una scalfittura, solo il distacco del filtro, il conseguente ingoio-respiro e la sua sedimentazione cancerosa tra gli alveoli polmonari della giornalista. La Waller ne aveva fatto una questione di principio più che di salute, lei che fumava Carmel all’azoto, senza filtro, non ammetteva filtri. Il principio valeva a cominciare e finire dalla sua professione. Sicché nel 2020 non prese il Chieti Hansimer per una questione di coerenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...