Paul Niente Detective – Il romanzo [1]

– Non che abbia mai dato adito a fraintendimenti, anzi, cerco sempre di spiegarmi bene, amo i dettagli. In particolare quelli molto particolari. Faccio chiarezza mostrando l’inequivocabile con somme di dettagli. Eppure c’è sempre qualche cosa che sfugge, che prende un verso proprio, non calcolato, non prevedibile, a mio giudizio impossibile. Anche a giudizio di tanta manualistica scientifica.
– E allora?
– E allora niente. Si è aperta la finestra di là. Forse piove. Meglio se chiudiamo bene tutto, Qual. Dobbiamo uscire per quella faccenda delle etichette false.
– Già… il “Nebbbiolo”. Di Frascati, poi. False e ignoranti. Ok. Sigillo l’ufficio e andiamo.
“Paul.
– Di’.
– Niente.

In quel periodo c’era parecchio da fare, cose piccole, ma tante, una dietro l’altra senza soluzione di continuità. Tutte diverse. Ci mettevamo tanto ingegno, ogni caso era un caso a sé, non costituiva un precedente che ci avrebbe aiutato a risolvere più facilmente il caso successivo. No. Tutto era particolare. E io amavo i particolari. In particolare amavo Patti di Lugano ma questa è un’altra faccenda. Amavo i laghi, d’accordo, le pistole, i temporali, ma soprattutto amavo il mio lavoro.
Ora mi trovo distante da tutta quella vita. E da questa distanza ve la racconto.
Prima che…
No, niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...