Come fiori

Come fiori che muoiono
i ricordi perdono suoni,
le voci si fanno infrequenti,
termina istantanea
eppure non è fine.

Per caso, altrove,
o fato, altroquando,
una terra, un’acqua
un’aria, un fuoco,
un fiore
e tu.
E pure io.

Erman Esselunga

Annunci

4 commenti

Lascia un commento

  1. caro stan,
    ho letto la prima volta, e mi sembrava una bella poesia, quasi d’amore.
    Alla seconda, invece, mi sembrava un elogio funebre.
    Mi devo decidere, lo so – comunque sia, una cosa mi sento di dirla: all’anema di Erman, limortaaaccisua!
    (che, tradotto in lingua italiana, vorrebbe dire: “caro Erman, le sue poesie mi sfruculiano e mi dissodano il terreno interiore. E lo sdilinquir m’è dolce, in questa fase”)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...