Lei

– Il grano, il grano le corse nel grano e lei
il contadino non sapeva i nostri amori
e di lei mi ricordo, dei sandali suoi
quanti sandali persi fra il grano
lei correva, il seno nudo e lei
– Scusi, lei.
– Lei, lei leiiii…
– Senta, guardi che abbiamo appena concimato.
– Leeeeeeeeeeeiiiiiiiiii…
– Le spruzzo addosso il verderame? O si leva dal mio campo?
– Mi scusi. Sa. Quanti ricordi…
– Ma vada, vada via.
– … …. LLLLLLLEEEEeeeeeeeeeeeeeiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

Pubblicato in 0000.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...