Thomas Wonderful

“Tre le dita scivola l’anima
Gorgoglìo di stelle nel seno
Tu brilli di petto nel bosco
Che sono io, torto, ancora fresco

Accendi un rifugio sereno
Sulle rive dell’ombre al mare
A cercare pazienti gli aghi
Tra l’erba smeralda

Sollevi dai mali d’artrite
E il cuor mio dall’aritmia
Tra le dita scivola lastra:
L’anima in foto è una cosa nera”

Thomas Wonderful

Qui il poeta aveva scoperto del cognac moldavo che gli faceva tanto bene ma che gli gonfiava lo stomaco. Pazienza. Intanto scriveva versi ad attirar freak e sciocchi e dottori. E poco dopo è morto.

Annunci
Pubblicato in 0000.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...