(Se mi sentisse Testori…)

Tu sei la mia valchiria e io il tuo cavalcavia.
Una guerra giù si frange tra le nebbie
Squarciano lamiere, gridano sirene
Pedine muoiono e proteine sotto noi

Affacciano i palazzi sul cavalcavia
Valchiria mia che guerra intorno
Le razze si attraversano coi rossi
Scadono fuori dal frigo dei market

Dal mare nero di ombre salgono nei vani
Illuminati, immobili, vani
Si affacciano, guardano, non vedono
Te Valchiria mia e il tuo cavalcavia

Cavalcami Valchiria cavalcami
Sradica i plinti
Scoperchia la via
Straccia le ombre
Ma portaci via…

Angolo Corso Thor.

Annunci
Pubblicato in 0000.

6 commenti

Lascia un commento

  1. E no, qui c’è piuttosto l’Apollinaire di Alcools, e asssolutamente la chiusa in tre parole é omologa di quella di Zone (“sole collo reciso”). Va detto, per completezza, che qui tuttavia si respirano anche echi wagneriani ma davvero su questo fatico a dare una spiegazione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...