Un lento

Mi chiedi di ballare un lento
Ma non ho tempo
Devo stendere. Lavare, centrifugare
e ristendere
E poi impanare, sai cosa vuol dire impanare?
Devo ancora impanare tutto
Mia figlia mi dice mamma fatti una vita tua
Puoi permettertelo.
Ma non lo so fare.
Devo impanare.
E il tempo mi sfugge via
Fugge con le mie canzoni
Non mi ricordo le parole, le arie, i titoli e i cantanti.
Se me li ricordo me li confondo

L’umidità è diventata un nemico
Il nemico.
Muffe, artrosi, maleodori
Cosa vuoi ballare.
Una cosa però te la concedo.
Sei ingrassato come me.
Da bambina mi chiedevano
Cosa avrei fatto da grande
Non mi chiedevano cosa avrei fatto da grassa.
Sarebbe stata una buona domanda
Avrei avuto tempo per un piano
Ma il tempo è sodale dell’umidità
Nemici.

Vuoi ballare?
E balliamo.
Un giorno toccherà anche a mia figlia.
E allora diamo un morso a questa mela,
Facciamo uno sforzo di memoria.
E balliamo.
Piano piano.

Annunci
Pubblicato in 0000.

3 commenti

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...