Torre che vesti sottana

Torre che vesti sottana
Ti ergi sulle prime silenziosa
Nella cameretta

Al primo abbaglio azzurrino
Il rumore di show divampa
E prendi la posa ostile

Con il conto sommario delle calorie
Fantastichi un piano preciso
Stracci la veste mostri le mura

E bofonchi nell’aria
Di cose serissime
Come miti morti e viti

Un righello misura sé stesso
Una goccia di latte scade
Le voci di amici ti passano accanto

Solo un’intuizione ti salva
Per oggi ancora sei salva
Senza i tuoi dread domani affogheresti

Ascendendo le scale
Mobili eppure immobili
E tu neppure calva

Pubblicato in 0000.

1 commento

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...