– Quello che ha scritto di uno che gira, gira, alla fine trova e capisce, capisce che l’unica è prendere, schiacciare, soggiogare, torturare, devastare, bruciare il giardino degli altri.
– Ma chi è?
– Hermann Hesse Hesse.

Annunci

– Bisogna far girare l’economia.
– Ormai da dietro la stiamo spanando.

‎- Non sappiamo ancora i nostri nomi, è successo tutto così in fretta. Eppure sento… Ma ti prego, ogni mio amore è stato una triste illusione. Mi chiamo Vera, Vera Merda. Non calpestarmi.

– Il problema non sei tu, e non sono io, almeno non sono io adesso, è probabile che sette vite fa parlassi molto, troppo; forse ho ucciso qualcuno a parole, per questo adesso incespico, non riesco a farmi capire, sembra che non sappia parlare. Per cui abbi pazienza, sto cercando di cambiarmi il karma. Non ce l’ho con te. Quindi se ti dico V-A-F-F-A-N-C-U-L-O non sei tu, mi capisci? Non ce l’ho con te, quindi V-A-F-F-A-N-C-U-L-O!
Ora mi capisci un po’ di più?

– Un mite che diventa un mito quando a un certo punto si incazza e con molta eleganza spacca la faccia a tutti gli stronzi, dei quali non ne può più.
– Massì, raccontami questa storia.