Suono in una boy band e ho già la gonorrea. L’ho contratta a Tucson quando suonavamo il nostro primo live. C’era una tipetta, lei mi disse sono infetta ma io non le credetti, cretino, cretinetti.
E contrassi, mentre il mondo licenziava. – E contrassi, mentre in tutto il mondo si ristrutturava. – Io contrassi, fottuta la tipetta, accidenti a Tucson, fottuto live. – Io contrassi questa merda.
Suono ancora in una boy band, ho quarantasette anni, non mi sono mosso, ci convivo fin d’allora con questa dannazione. Tutti questi boys che mi passano davanti, sani come pesci, che diventano squali appena girato l’angolo. Qualcuno è vero si fa pescare, qualcuno finisce in padella ma la scuola è quella dura, chi passa si fa squalo.
Io contrassi, non avevo ancora incominciato, io contrassi, senza aver apposto alcuna firma, io contrassi tutta questa merda.
Ma ora che ci penso, non avendo mai firmato, tu mi insegni, caro Faust, questa cosa vale un cazzo e allora cari boys voi che siete avanti, ed io che sono dietro ora me la spasso coi vostri culi lisci.
Sculetta, squaletto, sculetta che io ti sono dietro.

Pubblicato in 0000.

2 commenti

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...