Le Cronache del Ghiaccio e della Soda

– Ehi Glenn, senti un po’ qua.
– Mmh.
– Dice niente?
– Martore.
– Martore, ma certo. Nient’altro?
– Martore e livore, a poche ora dall’alba, sulle sabbie dell’Adriatico. Controvento.
– Cosa puo’ fare un’ocarina insieme alla raccolta dei rifiuti e l’eco acuto, intemittente, sentito e risentito delle martore, strozzato dalle false correnti del mare di Adriano
– Ok, dove va questa traccia?
– Serve a introdurre il Morkov. Il brief dice:
“Il Morkov, sdrucito, coperto di pelli di bestie di bosco e strappate dalle schiene di uomini di mare risaliva il maleodorante torrente, denso, ribollente di carogne putrescenti, che dalle mura di Kar colava come lacrima di meretrice”
E specifica:
“Una puttana uccisa dalle menzogne, dal trucco, dalle piaghe infette dei ricordi affioranti nella mente come pus, fino a farla impazzire.
Il Morkov muoveva i passi scalciando la corrente di quella bava fetida.”
Glenn, intanto te lo dico. Sto per passare alle Adidas.
– Oh, non lo farai.
– Oh, lo faro’.
– Un uomo con le Puma, se abbandona le Puma e’ un uomo morto.

Annunci

1 commento

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...