Il vangelo di Giudo

Il Maestro di Giudo raccolse la sua tuta nera e notò che era lisa. Disse: “Vedete qui, uomini e donne, di cosa è capace una tuta lisa? Essa giaceva per terra e mentre giaceva nessuno avrebbe mai detto fosse lisa. Invece ora, tra le mani, stesa, tesa, presa, essa appare lisa”. Il Maestro di Giudo appallottolò la tuta e la calciò lontano, più lontano che poté ma essa cadde soltanto poco innanzi, scompigliandosi prima di giacere nuovamente per terra, aprendosi come un mantello, come le ali di una manta, come un corvo planante lento lungo campi arati e forse già morti. Come una tuta.

Annunci

1 commento

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...