Sono stato a Casablanca a cambiarmi il senso delle ginocchia. Ora, a Nizza, quando cammino per il boulevard des angles fanno un verso che, con vento a favore e il mare alto, ricorda una canzone di Memo Remigi. Ma non ricordo il titolo. Così percorro a ritroso il boulevard fino al chiosco dei rinfreschi e sorseggio Tartare, mezza birra e mezzo manzo.

Pubblicato in 0000.

4 commenti

Lascia un commento

  1. Meno male che non sei andato a Casablanca per farti togliere quello che ti manca (cioe quindi se non te lo sei fatto togliere ce l’hai).
    Adesso devi registrarti un po anche i malleoli.
    Ciao

    "Mi piace"

  2. Ovidio, quella canzone mi provocava eccessi d’ira contro i miei coetanei di sette, otto anni. Non sfociavano mai in gesti violenti, perché c’era sempra una torta da qualche parte a calmarmi.

    Airid, sempre molto pratica eh?

    Strano, e meno male.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...